/ Eventi

Eventi | 29 maggio 2021, 10:00

Biblioteche cantonali: decine di appuntamenti a “Chilometro zero”

Il ciclo è volto a dare la possibilità a scrittori e altre figure professionali legate alla letteratura e in genere alla produzione di libri di tutta la Svizzera di incontrare il pubblico negli spazi aperti adiacenti agli Istituti

Biblioteche cantonali: decine di appuntamenti a “Chilometro zero”

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport comunica che - come accaduto nel 2020 e all’insegna di uno spirito di riapertura controllata delle proprie attività culturali - le Biblioteche cantonali, in collaborazione con la Divisione della cultura e degli studi universitari, propongono un ciclo di decine di appuntamenti condotti in esterno nei pressi degli Istituti di Bellinzona, di Locarno, di Lugano e di Mendrisio.

Il ciclo si intitola “Chilometro zero” ed è volto a dare la possibilità a scrittori e altre figure professionali legate alla letteratura e in genere alla produzione di libri di tutta la Svizzera di incontrare il pubblico negli spazi aperti adiacenti agli Istituti. Si tratta dunque principalmente di incontri con gli autori e letture, ma alcuni appuntamenti prevedono anche la presenza di editori e persone attive nel settore librario; in occasione di nuove uscite, sono proposte opere recenti o collane o ancora iniziative particolari degli editori. Particolare attenzione sarà riservata agli scrittori esordienti o semi-esordienti, nello spirito di promozione delle tendenze più recenti della produzione locale; non mancheranno altre forme espressive e il tutto sarà svolto all’insegna del tema del viaggio.

Un momento libero, nel contesto dei parchi e degli spazi accanto agli Istituti, dove è possibile conoscere libri, poesie, opere e personalità di rilievo, a Chilometro zero appunto.

Gli incontri si terranno nel periodo tra il primo di giugno e la fine di agosto, secondo un programma che sarà via via pubblicato sull’agenda del Sistema bibliotecario ticinese (www.sbt.ti.ch), sull’agenda dell’Osservatorio culturale del Cantone Ticino (www.ti.ch/agendaculturale) e sulle pagine web delle singole sedi.

In caso di cattivo tempo, le conferenze avranno luogo negli spazi interni delle Biblioteche, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza e fino al raggiungimento della capienza massima consentita.

L’iniziativa beneficia del patrocinio delle città di Bellinzona, di Locarno, di Lugano e di Mendrisio, ed è sostenuta dalla Divisione della cultura e degli studi universitari nell’ambito del progetto “Cultura in movimento”.

CoSta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore