/ Business

Business | 23 settembre 2022, 13:45

Le regole non scritte del tavolo verde

Oltre ai regolamenti ufficiali, il poker ha anche delle regole non scritte che è necessario conoscere e impegnarsi a rispettare

Le regole non scritte del tavolo verde

Oltre ai regolamenti ufficiali, il poker ha anche delle regole non scritte che è necessario conoscere e impegnarsi a rispettare. Osservare le regole aiuta a mantenere un equilibrio importantissimo tra le persone che partecipano al gioco e consente di trasformare una partita in un'esperienza piacevole nel rispetto di tutti. I professionisti del poker online di grinderlabpoker.it sono di grande aiuto in questo: forniscono infatti ai giocatori contenuti esclusivi, news e una corretta informazione che consente loro di approcciare nel modo giusto al poker, correggendo ogni eventuale errore in specifiche situazioni.

Le regole non scritte del poker

La maggior parte degli errori commessi derivano proprio dalla scarsa attenzione alle norme. Ogni casinò ha un regolamento da far rispettare per garantire un corretto svolgimento della partita. Tuttavia esistono anche delle norme non scritte valide a prescindere, che tengono conto del buon senso, dell'educazione e dell'essere civile di ogni pokerista.

Evitare lo Splash the pot

Per splash the pot si intende quel comportamento per il quale un giocatore lancia le proprie chips a ridosso del piatto, anziché accompagnarle in avanti in una pila ordinata, come la buona educazione vorrebbe. Questa pratica complica non poco il lavoro al dealer, che potrebbe avere difficoltà a stabilire il reale importo della scommessa e che sarà costretto a ricostruire la mano dall'inizio per determinare se il valore delle chips nel piatto corrispondano realmente a quanto scommesso.

Non parlare sottovoce

Quando si è seduti attorno al tavolo verde, una delle regole principali è quella di parlare sempre a voce alta e in modo che tutti possano sentire quanto detto. Oltre a essere sinonimo di cattiva educazione, sussurrare rende il gioco poco chiaro per chi non ha capito o non ha potuto ascoltare quello che è stato comunicato. Vietato bisbigliare quindi, anche nel caso in cui si stia parlando con qualcuno che non partecipa al gioco.

Non far perdere tempo inutilmente

Spesso rallentare il gioco è solo un escamotage che però rischia di infastidire sia i giocatori sia il dealer. Molte volte è proprio quest'ultimo a essere del mirino del giocatore scorretto: durante un'azione può accadere che un player consegni chips che richiedano cambi a causa del loro valore troppo elevato. Quando questo accade più volte, è quasi certo che sotto ci sia una strategia per la quale si può venire sanzionati. Un’ altra pratica volta a far perdere tempo è anche lo Slow Roll. Questo si verifica quando un giocatore fa volutamente una pausa prima di mostrare agli altri la sua mano vincente. Un atteggiamento sicuramente antisportivo che in più alimenta tensioni attorno al tavolo.

Evitare qualsiasi tipo di pratica scorretta

Oltre allo splash the pot, esistono altri comportamenti che mettono a repentaglio lo svolgimento sereno del gioco, come lo String Bet. Questo si verifica quando un giocatore non punta le sue chips in un'unica volta e per di più non dichiara a voce alta il valore della sua scommessa. Questo comportamento è contro le regole non solo perché comporterebbe un notevole rallentamento del gioco, ma anche perché sarebbe scorretto fare una scommessa e a seconda della reazione degli altri aumentare la puntata. Lo string bet è una delle tante tattiche ingannevoli dell'angle shooting, tramite le quali i giocatori cercano di forzare le regole del poker per trarne vantaggio. Per fare un esempio, esistono diversi movimenti accettati per dichiarare il check: chi fa angle shooting potrebbe accennare un movimento per ingannare il dealer, fargli credere di aver checkato e poi dire invece di non averlo fatto.

Non esagerare con i festeggiamenti

Attenzione a non esagerare con i festeggiamenti in caso di vittoria: è buona regola rimanere lucidi e rispettare la sconfitta degli altri. Avere reazioni controllate vale anche nel caso di un brutto colpo. Anche quando a vincere saranno altri giocatori è inutile perdere la testa e agitarsi: è sempre meglio mantenere la calma e lasciare che la partita prosegua.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore