/ Attualità

Attualità | 10 giugno 2021, 14:00

Coronavirus: adeguamento delle direttive per le strutture somatiche acute

L’andamento epidemiologico attuale e l’ottima adesione alla vaccinazione da parte della popolazione permettono di ulteriormente allentare le misure di protezione in atto nelle strutture somatiche acute. La nuova Direttiva del medico cantonale è entrata in vigore ieri, mercoledì 9 giugno

Coronavirus: adeguamento delle direttive per le strutture somatiche acute

L’andamento epidemiologico attuale, che si sta mostrando favorevole sia in termini di nuovi casi positivi, sia di nuovi ricoveri, e l’importante adesione della popolazione alla vaccinazione permettono di rivedere ulteriormente le direttive per l’accesso alle strutture somatiche acute del Cantone Ticino.

In particolare, è possibile ora procedere con degli allentamenti per le modalità di visita ai pazienti. Pertanto, da subito non è più obbligatorio presentare un test antigenico rapido con risultato negativo per rendere visita a un paziente, il quale potrà ricevere – a decorrere dal terzo giorno di degenza – due visitatori anziché uno.

L'Ufficio del medico cantonale del Dipartimento della sanità e della socialità continua a monitorare costantemente la situazione al fine di garantire la dovuta sicurezza alle persone che si trovano degenti in una struttura, e confida nella buona osservanza delle misure igieniche tuttora raccomandate. 

R.Ll

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore