/ Attualità

Attualità | 18 novembre 2021, 09:02

Il 1° luglio via libera ai matrimoni fra coppie dello stesso sesso

Nel rispetto del risultato della votazione referendaria del 26 settembre

Il 1° luglio via libera ai matrimoni fra coppie dello stesso sesso

Nella votazione popolare del 26 settembre 2021 la netta maggioranza degli elettori e tutti i Cantoni hanno accolto il "Matrimonio per tutti". Nelle disposizioni transitorie il Parlamento ha deciso di mettere in vigore il progetto in due fasi: in primo luogo entrerà in vigore già il 1° gennaio 2022 un'unica diposizione sulla separazione dei beni. Tale disposizione riguarda lo stato patrimoniale delle persone dello stesso sesso che si sono unite in matrimonio all'estero; finora questo istituto è stato riconosciuto in Svizzera come unione domestica registrata.

La legge prevede che il progetto vero e proprio entri in vigore sei mesi più tardi. Dal 1° luglio 2022 le coppie dello stesso sesso potranno quindi sposarsi o trasformare la loro unione domestica registrata in matrimonio. È tuttavia possibile presentare la domanda di svolgimento della procedura di preparazione prima di tale data. Per la trasformazione dell'unione domestica registrata in matrimonio basta una dichiarazione comune dei partner all'ufficiale dello stato civile.

Non sarà più possibile contrarre un'unione domestica registrata

Dal 1° luglio 2022 in Svizzera non sarà più possibile contrarre un'unione domestica registrata. Le coppie dello stesso potranno unirsi soltanto in matrimonio. Le unioni domestiche registrate esistenti potranno essere mantenute senza dichiarazione speciale.

R.G.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore