/ Attualità

Attualità | 21 giugno 2022, 15:00

La Polizia di Lugano ha lanciato la campagna #ilrispettononhaetà

E' mirata a sensibilizzare giovani, adulti ed esercenti alla tolleranza reciproca

La Polizia di Lugano ha lanciato la campagna #ilrispettononhaetà

Dopo due anni di restrizioni per la pandemia di coronavirus, è tornato il momento di uscire e di trascorrere del tempo insieme. La Polizia di Lugano ha lanciato una campagna mirata a sensibilizzare giovani, adulti ed esercenti dal titolo #ilrispettononhaetà.

Si tratta di un hashtag e di un motto che sottintendono un impegno di tutti nel comprendere che la propria libertà finisce sempre dove inizia quella degli altri.

Sono state scelte otto immagini per essere veicolate durante l'estate 2022 sui più importanti mezzi di comunicazione offline e online e presso tutti i principali eventi organizzati dalla Città.

Ai giovani piace divertirsi fino a tardi dimenticando talvolta che ci sono persone che il giorno dopo devono andare a lavorare.

D'altro canto anche gli adulti fanno segnalazioni senza tenere in considerazione i bisogni dei ragazzi, che, dopo due anni di restrizioni, hanno bisogno di recuperare il tempo perso.

Inoltre la movida all'esterno dei locali pubblici, il cui sottofondo si riempie ogni sera di musica e risate, è un fattore che influenza e coinvolge gli abitanti del centro, talvolta disturbati da schiamazzi e musica alta fino a tarda notte.

Un'altra conseguenza dell'accresciuta e comprensibile voglia di vivere la notte è che i giovani, nella foga del loro divertirsi, arrivano sempre più spesso a compiere piccoli atti vandalici rompendo o deturpando proprietà e oggetti pubblici e privati.

L'obiettivo di questa campagna - studiata dall'agenzia Mazzantini & Associati SA - è duplice: da un lato enfatizzare il concetto di rispetto per i giovani, che spesso agiscono senza premurarsi delle conseguenze sugli altri. Dall'altro sottolineare l'idea di tolleranza, chiedendo implicitamente agli adulti di sopportare di più il divertimento dei giovani, facendo leva sull'idea che sono stati adolescenti anche loro e ricordando loro quanto amavano passare le serate in compagnia a fare le ore piccole.

Inoltre la campagna mette in risalto anche la necessità di ridurre rumori e schiamazzi durante la notte, cercando di parlare agli esercenti che, a partire da una certa ora, dovrebbero mantenere il volume della musica diffusa entro limiti tollerabili. Anche il tema degli atti vandalici è stato affrontato per cercare di sensibilizzare al rispetto verso la propria città.

CoSta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore