/ Sport

Sport | 12 settembre 2023, 08:00

Rugby: Lugano al tappeto contro Hermance

La squadra ticinese superata 34-14

Rugby: Lugano al tappeto contro Hermance

HERMANCE - LUGANO RUGBY 34-14

In perfetta sincronia con i mondiali di Rugby in programma nella vicina Francia, comincia la LNA di rugby. Lugano torna, dopo qualche anno, su questo palcoscenico e subito fa i conti con la differenza di cilindrata. Hermance è una delle quattro squadre che la passata stagione si sono giocate i play off del massimo campionato elvetico.

Tre su quattro delle squadre che si sono contese il titolo di campione svizzero, saranno le avversarie di Lugano nelle prime tre giornate di campionato, un regalo di benvenuto da parte di chi ha stilato i campionati. La partita con Hermance finisce 34 a 14 per i padroni di casa, che prima subiscono gli attacchi, sterili, di Lugano e poi con molta calma approfittano di ogni errore dei bianconeri, che pagano a caro prezzo alcune, evitabili, distrazioni: un calcio alto lasciato rimbalzare finisce nelle mani dell’ala avversaria che vola in meta; a seguire un intercetto nella propria area difensiva e infine un calcio di punizione,giocato veloce dall’ottimo centro di Hermance, con tutti i luganesi che rientravano spalle girate, meta in mezzo ai pali. Errori che in LNA non si devono e possono fare.

Lugano, occorre dirlo, è un cantiere aperto, da poco alcuni giocatori sono rientrati dalle vacanze, nuovi arrivi devono ancora ben inserirsi e qualche assenza, non permettono di avere i giusti sincronismi, ma la cilindrata diversa in campo si è vista. Gioco semplice e efficace e,Hermance in poco tempo, ha chiuso il match. Lugano ha faticato più del solito a muovere il pallone, in ritardo sui punti di incontro e a fine match, tra caldo e  lungo viaggio, anche a corto di fiato. C’è da lavorare insomma per lo staff tecnico luganese, Coach Borghetti non è contento del risultato e salva poco del match, ma non tutto è da buttare: ad inizio secondo tempo il tabellone diceva 17 a 9 e le facce dello staff avversario non erano serene, poi, come detto, Lugano non ha tenuto il passo. Buona anche la prova all’esordio del giovane Arguello, riconosciuto migliore tra i luganesi ,anche dagli avversari, nella cerimonia di un gradevole terzo tempo.

Ora ci si lecca le ferite, sono già tre gli infortuni seri  tra prima e seconda squadra, che ha perso 41 a 34 giocando un buon match e portando a casa due punti di bonus, in attesa del match di sabato in casa contro la quotata Nyon. In ultimo occorre menzionare la prova nel team 2 del giovanissimo Alberto Di Benedetto, che con un solo mese di rugby, alla prima partita della sua vita, è risultato il migliore in campo tra i suoi.

 

Lugano Rugby: 15 Azzolini, 14 Macchi (Gianella) , 13 Serventi, 12 Fiala, 11 Comandini, 10 Brico, 9 Iandiorio, 8 Arguello, 7 Lazarte, 6 Rastelli (Steiner),5 Gianini , 4 Pellegrini, 3 Giorgis (Cocca), 2 Paruscio , 1 Santarelli.

N.E: scarfò, nicod, minisini, veluppillai

Marcatori:

mete: 1 Arguello

trasformazioni

calci piazzati: 3 Brico

cartellino giallo a Macchi

cs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore