/ Eventi

Eventi | 06 febbraio 2024, 12:00

Assegnate le ultime residenze musicali allo Studio Foce di Lugano

Appuntamento dall'11 al 15 febbraio

Foto Nicola Demaldi

Foto Nicola Demaldi

Dopo il successo della residenza musicale allo Studio Foce di Tatum Rush lo scorso novembre, la Divisione eventi e congressi ha assegnato le altre due residenze creative della stagione 2023/2024 al progetto Amiata (pop musik) e a Julie Meletta. Le residenze, della durata di 5 giorni ciascuna, nascono con l’obiettivo di incentivare e supportare la creatività musicale sul territorio, promuovendo inoltre la mediazione culturale. Al termine di ciascuna esperienza è previsto un concerto gratuito.

Dall’11 al 15 febbraio sarà ospite allo Studio Foce il progetto musicale Amiata (pop musik). Dal suo primo disco del 2012 sotto il nome Fedora Saura (Muscoli in musica / Scelta degli uguali) il poeta ticinese Marko Miladinovic (Borsa letteraria ProHelvetia, Landis&Gyr Stiftung, ErbProzent Kultur, ecc.) è attivo nell'ambito musicale. Con questo primo progetto ha esordito allo storico locale jazz Le Scimmie di Milano e tramite il Ministro della Cultura di San Marino ha partecipato al WEYA – World Event Young Artist (Nottingham 2012) e alla BJCEM (Biennale of Young Artists from Europe and the Mediterranean, Ancona 2013).

Il secondo disco è arrivato nel 2014, “La via della Salute” (Pulver und Asche Records), per il quale si sono uniti il tecnico del suono e polistrumentista Marco Guglielmetti (Pussywarmers, Bitter moon, Badalamenti's Quest, Haunting Spectre), il tastierista grigionese Claudio Büchler e il bassista momò Filippo Zanoli. Presentato in occasione della AAA Adria Art Annal nel Palazzo di Diocleziano (Spalato, HR 2014) e in Ticino al Festival Internazionale di Letteratura Chiassoletteraria. È stato candidato per i Swiss Live Talents (Bern 2015) nelle categorie “National Language”, “Public Award” e “Best Emerging Talent”. Da questo trascorso il suo progetto musicale continua ampliato sotto il nuovo nome di Amiata (pop musik); da dicembre 2022 è entrato a far parte del nucleo compositivo il musicista e cantante losannese Matteo Simonin. Giovedì 15 febbraio alle ore 21:30 è previsto il concerto finale della residenza ad ingresso gratuito.

La cantautrice Julie Meletta si sta facendo spazio nella scena musicale svizzera con un suono ispirato agli anni Settanta (grazie agli ascolti di mamma e papà) e una chitarra azzurra sottobraccio. Cantautrice franco-svizzera, Julie si è presentata con un primo EP “CHIC!” dai sapori yéyé e malinconici, mischiati al pop francese contemporaneo. I singoli estratti sono tra i più trasmessi dell’anno, entrando a far parte della top #50 dei Swiss National Airplay Charts. Dopo varie esibizioni live – tra cui il Montreux Jazz Festival e la vita in tour insieme a Joya Marleen – Julie prepara il suo primo album “Amarcoeur” in uscita il prossimo ottobre. Il team di lavoro rimane quello di “CHIC!”; Enea Ponzio, Luca Rullo e Aris Bassetti, e nella formazione live arriva il batterista romando Loric Mathez. Julie svolgerà la sua residenza musicale allo Studio Foce dal 21 al 25 aprile. Giovedì 25 aprile alle ore 21:30 è previsto il concerto finale della residenza ad ingresso gratuito.

Le residenze musicali allo Studio Foce Attraverso questo progetto, la Divisione eventi e congressi si impegna a sostenere il lavoro creativo di artisti o gruppi della Svizzera italiana particolarmente innovativi in ambito musicale per il lavoro di creazione delle prove e della preparazione di un tour. Lo scopo è quello di aiutarli a raggiungere un maggiore valore artistico attraverso il sostegno alla professionalizzazione, in termini di supporto logistico, produttivo e tecnico. I vincitori del concorso beneficeranno di una residenza creativa della durata di 5 giorni (da domenica a giovedì) e di un rimborso spese di CHF 1'300.-. Il campo artistico interessato è quello della musica attuale – rock, blues, jazz, folk, cantautorato, rap/hiphop, musica elettronica, world music – e i candidati devono essere creatori e performer (no cover band) della Svizzera italiana.

Un momento particolare verrà dedicato alla mediazione culturale. I candidati vincitori dovranno essere infatti disponibili ad un incontro con i bambini delle scuole elementari/medie, eseguendo alcuni brani e presentando il proprio lavoro.

I progetti sono stati valutati da una speciale commissione composta da: • Corbella Filippo – musicista, resp. programmazione musicale Divisione eventi e congressi • Di Cicco Fernando – musicista, produzione musicale Divisione eventi e congressi • Gabaglio Zeno – musicista, presidente Sottocommissione musica Canton Ticino, vicepresidente Fondation SUISA • Pinto Fabio – musicista e produttore audio

cs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore